Non lasciarti sfuggire alcun pensiero, tieni il tuo taccuino come le autorità tengono il registro dei forestieri. (Walter Benjamin)

lunedì 21 gennaio 2008

Frammento poetico

Nell'intenzione di queste pagine c'è - già nel titolo - il richiamo ad un'opera letteraria che proprio sui frammenti e sulle libere citazioni trova fondamento. Seguendo le orme dell'amico Bertold Brecht, anche Walter Benjamin infatti decise che la modernità dovesse nutrirsi di citazioni, di edizioni e note, giocando a decontestualizzararle e poi ri-contestaulizzarle come in un patchwork.

Voglio seguire questa linea, e quindi alternando testi inediti e citazioni, oggi voglio chiudere la mia giornata con un testo edito, addirittura celeberrimo. Una poesia di quello che forse è stato il più grande poeta del 900 di lingua tedesca: Rainer Maria Rilke. Il testo è dedicato ad una pantera, ed io qui lo voglio dedicare ad ogni animale che soffre per la propria cattività, non cercata, mai accettata. A tutti gli amici (anche trai blogger ce ne sono molti, e ne sono felice) che amano gli animali. Questa è per tutti noi:



Der Panther
Im Jardin des Plantes, Paris

Sein Blick ist vom Vorübergehn der Stäbe
so müd geworden, daß er nichts mehr hält.
Ihm ist, als ob es tausend Stäbe gäbe
und hinter tausend Stäben keine Welt.
Der weiche Gang geschmeidig starker Schritte,
der sich im allerkleinsten Kreise dreht,
ist wie ein Tanz von Kraft um eine Mitte,
in der betäubt ein großer Wille steht.
Nur manchmal schiebt der Vorhang der Pupille
sich lautlos auf -. Dann geht ein Bild hinein,
geht durch der Glieder angespannte Stille -
und hört im Herzen auf zu sein.


Rainer Maria Rilke, September 1903




LA PANTERA

Jardin des plantes, Paris

Il suo sguardo s’è fatto così stanco
al passar tra le sbarre, e più non fissa.
Le sembra che le sbarre siano mille
e dietro mille sbarre nessun mondo.
La morbida andatura di quei passi
forti e flessuosi, che in piccoli cerchi
si volge, come danza d’una forza
intorno a un centro,
in cui stordito s’erge un gran volere.
Solo a volte sale
in silenzio della pupilla il velo.-
E un’immagine v’entra, ed attraverso
le membra in tacita tensione passa-
e si spegne nel cuore.

4 commenti:

giulia ha detto...

Ciao! Sei di Narni, vero? Ieri ho fatto una gita dalle tue parti con il mio ragazzo e ci siamo beccati anche noi la nebbia! Però a me infastidisce, la nebbia rende le strade quasi spettrali. Ho fatto solo una breve passeggiata a Perugia in serata, poi ho cominciato a sentire un fastidioso senso di disagio. Mi spaventa.

ps Anche io ho una citazione di R.M.Rilke in fondo al mio blog! E' su di Roma, trovo che abbia colto un lato della mia città che sfugge a tanti: la luce delle acque che si riflette sui palazzi.

HIKARU ISOZAKI-SHIMIZU ASUKA ha detto...

Ciao, ho trovato il tuo profilo e blog perche' anche io sono di Narni, anche se da poco, fra me e il mio ragazzo (Colin) abbiamo molte cose in comune con te, noi abbiamo tre gatte femmine, lui ama la birra e i griffins, entrambi amiamo i simpson e viaggiare, lui e' Scozzese, io Italiana e anche se non ho certificazioni sono a livello madrelingua di inglese e potrei benissimo fare la traduttrice :) pero' il mio lavoro attuale è fare le prenotazioni mediche al telefono per il lazio in telelavoro al momento.... lui è bravissimo coi computer, ma ancora non ha trovato lavoro a causa del suo scarso italiano... suo fratello e la moglie vivono in germania (lei è tedesca, lui è militare li)... insomma magari ti sto annoiando, ma dato che conosciamo poca gente ancora e che tu sei capitato a fagiolo... mi sono permessa di scriverti a nome di entrambi, magari conosci altri stranieri e possiamo fare tutti amicizia :) Ciao!

María ha detto...

Cosa posso dire! Mi sento come la pantera leggendo quelle parole, e vedo tra le sbarre. Quasi che non posso immaginare la senzazione di essere prigionera "senza possibilità di indulto". Un superbo simbolo di libertà acciuffato. Siamo crudeli gli umani!


Una bellissima poesia. Bravo!!

fabio r. ha detto...

@giulia: grazie per la visita.(anche anome della mia città...9 Avevo notato Rilke! a presto
@hikaru: benvenuti nel blog ed a narni, penso che ci conosceremo sooner or later, la città non è una metropoli (l'avrai notato...)
@maria: sapevo che la poesia ti sarebbe piaciuta, Rilke è tra i miei preferiti. A presto