Non lasciarti sfuggire alcun pensiero, tieni il tuo taccuino come le autorità tengono il registro dei forestieri. (Walter Benjamin)

venerdì 11 gennaio 2008

Il catalogo è questo


Uno dei miei film della vita è Manhattan, di Woody Allen. Fortunatamente posso condividere questa passione (per il regista e per questo film nello specifico...) con milioni di altri esseri umani nel mondo.

In una famosa scena il protagonista elenca i 10 motivi per cui - secondo lui - vale la pena vivere, malgrado gli accidenti della vita ed il caos newyorkese che lo affligge, rendendolo prigioniero della città in bianco e nero.


Questa celebre lista è stata lo spunto per molti di noi, cinefili incalliti, di confrontarci - a nostra volta - con il tema del valore in diversi momenti della vita.


Naturalmente la lista è mobile, nel senso che in momenti diversi della vita potremmo variare le nostre neessità e le priorità.

Quindi ogni lista rispecchia l'hic et nunc della nostra essenza, nel mondo, in un dato momento.


Il giochino è un MUST per molti blogger, e quindi lo voglio riproporre anche qui, in queste pagine virtuali che trasudano di osservazioni pubbliche (il mondo si affaccia ogni tanto anche a queste finestre opache), di pensieri privati e riflessioni.

Spero che chi le legga provi - a sua volta - a giocare con i propri assets.

Ecco la lista originale:


Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un'ottima domanda. Uhm. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Okay. Per me... ehm, io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, mhmmmm, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione "Potatoehea Blues"... i film svedesi naturalmente... "L'educazione sentimentale" di Flaubert, Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi da Sam Wo, il viso di Tracey.


Questa è la mia lista, al momento:


  1. I film di Woody Allen

  2. La Rapsodia in blu di Gershwin

  3. Le poesie romatiche tedesche

  4. Alcune canzoni di Bruce Springsteen

  5. I Peanuts

  6. I tortellini

  7. I miei gatti, naturalmente.

  8. I colori incredibili degli espressionisti (Kandinsky, Klee, Munch)

  9. Le campagne umbre e toscane d'autunno

  10. Il viso di L. e gli occhi di M.




5 commenti:

MariCri ha detto...

ciao, ricambio con piacere la tua visita e mi sono imbattuta subito in un post dove scopro qualcosa in più su di te...e che bella scoperta! Abbiamo gusti simili e amiamo entrambi i felini. tornerò avisitare con calma questo angolino, che mi sembra un salotto molto accogliente.
MCri

María ha detto...

Ciao Fabio!! Sono ritornata.
Ti dico che W. Allen non mi piace, per me è abbastanza noioso. Gusti sono gusti.
Perché vale la pena di vivere? Non ho una lista, ma credo che tutto fa che la nostra vita valga la pena d'essere vivida. Quello buono e quello cattivo, perche fanno che ci sentiamo
vivi.
Salutti e mandami un pò di fredo italiano che qui fa molto caldo.

Maria Rita ha detto...

Una meravigliosa idea quella di riportare la scena di un film meraviglioso, "firmato" non da un semplice regista, ma da un vero e proprio artista. Ovviamente, questo apprezzamento avrà delle ripercussioni sul mio prossimo post...
Grazie, inoltre, di riservare sempre un posticino per me nei tuoi pensieri :)
A presto...

fabio r. ha detto...

Grazie a tutti, sigh! quasi mi commuovo....
aspettatevi visite (desiderate e no) al più presto. Colpisco all'improvviso nei blog, lascio la Z e me ne vado :-)

Simona ha detto...

Caro quasi concittadino,
scopro con piacere che hai pure ottimi gusti: io adoro il Boss e pure Nanni Moretti.
Ecco la mia lista. Ma non è in ordina di importanza, sarebbe troppo dura:
1) alcune canzoni di Sprinsteen;

2)le serate sul divano davanti a un bel dvd con l'omo (pure se spesso mi addormento a metà)

3)la domenica mattina stiracchiarsi nel letto fino a tardi

4)una ventina di film (tra cui Pane e Tulipani, Le fate ignoranti, Caro Diario, Prima della pioggia, i classici di Hitchcok, Il cacciatore....)

5)un bel libro di quelli che fanno sorridere (come Camilleri) oppure quelli che ti danno un pugno sullo stomaco (Vedi Palhaniuck)

6)una chiacchierata con le persone a cui vuoi bene

7)il mio lavoro (ma quando non mi stressano)

8)la mia terra bellissima

9)conoscere altre bellisime terre

10)una tavola di piatti della tradizione semplici e gustosi.