Non lasciarti sfuggire alcun pensiero, tieni il tuo taccuino come le autorità tengono il registro dei forestieri. (Walter Benjamin)

giovedì 13 novembre 2008

The Night you slept

The night you slept

Anche la notte ti somiglia,
la notte remota che piange muta,
dentro il cuore profondo,
e le stelle passano stanche.
Una guancia tocca una guancia ‒
è un brivido freddo, qualcuno
si dibatte e t'implora, solo,
sperduto in te, nella tua febbre.

La notte soffre e anela l'alba,
povero cuore che sussulti.
O viso chiuso, buia angoscia,
febbre che rattristi le stelle,
c'è chi come te attende l'alba
scrutando il tuo viso in silenzio.
Sei distesa sotto la notte
come un chiuso orizzonte morto.
Povero cuore che sussulti,
un giorno lontano eri l'alba.
4 aprile '50
Cesare Pavese

9 commenti:

DUCHESSA ha detto...

ciao Fabio ti ho copiato "gli ultimi saranno i primi" bellissimo, grande, adesso vado a linkarti..

Inenarrabile ha detto...

Chissà se gli Avion Travel hanno preso spunto da questa poesia per scrivere "la notte ti somiglia, è nera, nera (ecc...)".

Ciao Fabio :)

Angel ha detto...

E' sempre bella da leggere.
Grazie


Sai che due dei miei nuovi amici qui in australia sono di Terni???
Discussioni culinarie " a palla"!!

Marlene ha detto...

la so a memoria. come non conoscerla.
è stupenda

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

In mezzo a tanta spazzatura un po' di aria pulita.

desaparecida ha detto...

Che meraviglia!
E' vero quello che dice rockpoeta....in mezzo a sentenze che mi squarciano dentro...qsto tuo post è proprio aria pulita!

un abbraccio

digito ergo sum ha detto...

ah, pavese. una folgorazione letteraria. ricordo che, preso il primo libro in una biblioteca pubblica, il giorno dopo sono andato a comprare tutti gli altri.

Fabioletterario ha detto...

Bellissimo accostamento per due bellissime persone...!

fabio r. ha detto...

@duchessa: grazie! è un onore
@anna: c'ho pensato anch'io
@angel; grazie a te..ternani anche downunder? mamma mia!!
@marlene: :-)
@Daniele: vedi post che seguirà..
@desa:idem..
@digito (aka Infingardo alpestre) io li ho scoperti per caso, pensa, nemmeno all'università li conoscevo. poi, folgorato!
@fabio: grazie! è un onore !1