Non lasciarti sfuggire alcun pensiero, tieni il tuo taccuino come le autorità tengono il registro dei forestieri. (Walter Benjamin)

domenica 26 luglio 2009

La valigia del Danubiano

Passo il tempo a preparare il "consueto" viaggio estivo, che poi così consueto non è, visto che non capita tutti gli anni, ma tant'è, quest'anno c'é. E ne sono felice. Di quella felicità che Goethe chiama "Vorfreude", cioè il pregustare una felicità a venire, un'attesa golosa di buone vibrazioni, almeno spero...
La mia natura meticolosa (ed è un eufemismo, sfioro il maniacale io...) si rivela comunque utile allo scopo, visto che le tappe ed i pernottamenti sono già sistemati, camere prenotate e post-it con la lista "da valigia" è appeso in camera, in attesa di illuminazioni e conferme quotidiane. Col passare dei giorni - lo so per esperienza - il foglio giallo si riempirà di cose da fare e da portare, fino alla vigilia del viaggio.
Già, il viaggio....beh, forse mai come quest'anno le mie radici culturali mitteleuropee saranno ampliamente annaffiate dall'acqua perfetta: quella del Danubio.
Spesso ho incrociato il fiume europeo per eccellenza, l'ho cercato, rincorso, l'ho calpestato e mi ci sono immerso per un po' nei miei precedenti viaggi, ma quest'anno - complice la passione di una vita, quel Danubio di Claudio Magris, letto, riletto, studiato e citato - lo seguirò per un bel tratto: Vienna, Bratislava, Budapest.
Le capitali della "Kakania" (per dirla con Musil) saranno i pilastri del viaggio; a Vienna mi lega già un'antica amicizia, una passione storica, e quindi di buon grado farò la guida turistica per i miei compagni di viaggio.
Bratisalava e Budapest invece saranno (devono essere) una sorpresa, sebbene l'eco dei viaggi letterari e dei viaggiatori storici mi precede e mi accompagna.
I giorni che mi separano dalla partenza, già lo so, saranno pieni di letture, controlli incrociati sul web, riletture di Magris e Schnitzler, di Roth e Lukàcs, di foto ed immagini artificiali prima di godere delle immagini della realtà.

Ma c'è tempo, ancora. Il Danubio può attendere, a meno che qualcuno non chiuda il rubinetto, come suggerisce Magris....

17 commenti:

giulia ha detto...

Buon viaggio, l'itinerario sembra molto interessante!

Vale ha detto...

Buon vaggio!

Suysan ha detto...

Ottima idea i post-it con la lista delle cose da mettere in valigia...lo faccio anche io

ziamaina ha detto...

Non amo viaggiare, probabilmente perché m'è sempre capitato di farlo in "non buona compagnia" (a proposito di eufemismi :-\).
Odio fare le valigie poiché mi assale sempre il dubbio di non riuscire a portare proprio quello che mi servirebbe.
E, non ultimo, non potrei mai staccarmi dalle mie micie (i tuoi a chi li lasci?) perché proprio non c'è nessuno di cui mi fidi abbastanza a cui affidarle.
In ogni caso il problema non si pone, vista anche la recente situazione lavorativa, a dir poco "aleatoria" che, di certo, quand'anche un viaggio fosse una delle mie mete, non mi lascerebbe affrontare le inevitabili spese con serenità, in vista d'un taglio drastico, anzi, drammatico: quello dell'intero stipendio :-(
Comunque, se ti avanza tempo per leggere, visti tutti i tuoi impegni pre-partenza, leggi il resto qui.
Buon viaggio, anyway :-)

Penny Lane ha detto...

Oi, Fabietto!!! Arrivo sul tuo blog dopo una lunga assenza giusto in tempo per augurarti un viaggio bellissimo, allora!
Mi sono già fatta un giretto, la tua pagina è sempre piena di spunti interessanti: sei la mia personale versione romanzata dell'enciclopedia, grazie! Ed è proprio quello il guaio: quando non ho la connessione adsl, o ho solo poco tempo, non sono in grado di leggere i tuoi post...Quindi ora mi rimetto in pari! :)
Un baciozzo a te e ai mici, divertiti tanto! Buon Danubio!

fabio r. ha detto...

leggo i vostri commenti e mi urge una veloce puntualizzazione: la gita/scoperta è ancora là da venire... diciamo che essendo un po' paranoico mi sto preparando spiritualmente, ma la partenza è "scheduled" per il 12 Agosto! quindi ci sarà tempo per averne le tasche piene di me.. :-))
Quindi grazie per il Buon Viaggio, ma per il momento è solo mentale!
@ziamaina: don't worry! i miei insostituibili/imparegiabili mici sono in mano familiare...vivendo in una specie di casa-torre medievale io occupo il secondo piano mentre i miei sono al piano terra... ergo i mici occuperanno i miei spazi in mia assenza ma trotterellando tra scale e stanze! Lungi da me l'idea di lasciarli!! pensa che me li faccio passare al telefono quando sono all'estero! :-)

María ha detto...

Buon viaggio Fabio!! È un bel percorso quello che hai scelto.


Un bacio.

Ornella ha detto...

...ipocondriaco e maniacalmente pignolo!Allora qualche difettuccio ce l'hai pure tu, menomale!
Invidio, comunque, i tuoi accompagnatori: viaggiare con te sarà sicuramente istruttivo e divertente.Mi raccomando, divertiti e rilassati, chè fra un mese torni a scuola!

modesty ha detto...

Lieber Fabio,
Menschen wie du verführen mich immer zu der instinktiven Lust, sie einfach an die Hand zu mehmen und mit mir fortzureißen. :-) Du improvisierst nichts und überlässt dem Schicksal keinen einzigen Zufallsmoment, hm? Und doch: Budapest - Budapest kannst du nicht planen und schon garnicht kontrollieren. Budapest wird dich ganz einfach an sich reißen und selbst Du, che sei meticoloso fino all'esasperazione, wirst ganz einfach von der leidenschaftlichen Melancholie dieser Stadt umarmt werden.

Almeno: das ist es, was ich Dir von Herzen wünsche! (Und glaube mir, ich verwende nicht oft "von Herzen" am Schluss eines Schreibens. :-)

la signora in rosso ha detto...

con il libro di Magris mi ha fatto venire in mente un "viaggio virtuale" a cui io ho associato il percorso che fa lui lungo il Danubio....Questo "viaggio" tra i meandri della mia mente e della mia anima, mi è servito molto!
Spero che il tuo viaggio (non virtuale) sia foriero di sorprese piacevoli...e impreviste

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Quando i libri ispirano la vacanza..... Davvero un bel viaggio.

Ciao Fabio!
Daniele il Rockdichter

maria rosaria ha detto...

budapest è bellissima, la visitai nel lontano '91 ed era già più occidentalizzata rispetto a bratislava... che non ricordo punto :(
buon viaggio, caro fabio e divertiti!

DIANA B ha detto...

Ciaoooooooo Fabiooo!!! Bellissimo itinerario, che auguro possa soddisfarti in pieno, così quando ritornerai avrai tante cose da raccontarci. Allora buona vacanza e un forte abbraccio. A presto Diana Bruna

fabio r. ha detto...

Grazie a tutti per i buoni auspici ! siccome ancora manca del tempo, come promesso, mi sto rituffando nella letteratura mitteleuropea, e ripescando il mio amato Magris ho trovato una bellissima citazione che sembra scritta apposta per definire questo rapporto scrittura-viaggi:

La letteratura insegna a varcare i limiti, ma consiste anche nel tracciare i limiti, senza i quali non può esistere nemmeno la tensione a superarli.

Ora passo i giorni a tracciare limiti sulla carta, sulle mappe, per poi varcarli con la mente prima di spezzarli con i piedi...

ziamaina ha detto...

Ah va beh, se i gatti sono in buone mani, allora puoi partire :-)

ziamaina ha detto...

Ah va beh, se i gatti sono in buone mani, allora puoi partire :-)

amatamari© ha detto...

Ah che bel viaggio ti aspetta, e che bella ispirazione!
E se ogni viaggio ha anche una sua musica questo potrebbe partire da Strauss per poi passare a Dvorak e poi...
:-)