Non lasciarti sfuggire alcun pensiero, tieni il tuo taccuino come le autorità tengono il registro dei forestieri. (Walter Benjamin)

martedì 29 settembre 2009

Ventinove Settembre

Seduto in quel caffè, io non pensavo a te,
Guardavo il mondo che girava intorno a me
Poi d'improvviso lei sorrise
e ancora prima di capire
mi trovai sottobraccio a lei,
stretto come se non ci fosse che lei.....



5 commenti:

stella ha detto...

Fabio, mi hai letta dentro...stamattina dopo il caffè la canticchiavo...
Un tuffo nella giovinezza...
Abbraccio

Baol ha detto...

Beh...ma un post per il compleanno del Premier no...dai...

:D

la signora in rosso ha detto...

il radiogiornale è sempre lo stesso?

modesty ha detto...

bella canzone.
bella davvero.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

A volte basta uno sguardo e tutto cambia eh eh... Bella canzone anche se di Battisti ne preferisco di più altre (Le Tre Verità per es. per citarne una meno "famosa" ma molto bella a mio parere)

Ciao Fabio!
Daniele il Rockdichter