Non lasciarti sfuggire alcun pensiero, tieni il tuo taccuino come le autorità tengono il registro dei forestieri. (Walter Benjamin)

venerdì 16 ottobre 2009

The cat is on the table....

Mi ero ripromesso di NON USARE MAI questo esempio, volevo insegnare (suggerire? già, forse è meglio...) l'inglese cercando di evitare i luoghi comuni, e fin'ora ci ero riuscito dignitosamente!

Ma poi sono arrivati loro: i piccoli bipedi della 4a elementare, con cui divido 3 ore settimanali, un vivace gruppetto di nanetti da giardino mobili ed urlanti che vogliono disegnare, cantare e colorare forme strane sui loro quaderni.

Quindi sono passato alla contraerea: disegno cani e gatti sulla blackboard, li posiziono negli angoli più strani di una stanza fittizia che manco Van Gogh, ed immancabilmente un gatto/cane mi sale proprio lì!

Allora la fatidica domanda:

WHERE IS THE CAT? e l'altrettanto ovvia risposta: THE CAT IS ON THE TABLE!

Sono disperato.....

12 commenti:

Ornella ha detto...

...and you have reached the end!
Coraggio, non ti arrendere!:)))
P.S. Grazie per avermi fatto ridere di gusto.

giulia ha detto...

Ah ah ah!

amatamari© ha detto...

Puoi anche organizzare una caccia al tesoro fornendo delle semplici indicazioni in inglese...

n.b.
è preferibile utilizzare un peluche al posto del gatto vivente
:-)

palbi ha detto...

beh ma se e' accidentale e non premeditato passi :-)

Moky ha detto...

... and where's Mr. Fabio's patience? Can someone find it???

modesty ha detto...

non sei disperato. smettila di atteggiarti. :) tu li adori!

love, mod

Bastian Cuntrari ha detto...

Credo che Modesty abbia ragione, Fabio...
È vero che hai già scritto un post sulle piccole pesti strappandoti i capelli.
Ma ti vedo sorridere - adesso - mentre descrivi i nanetti da giardino mobili: li adori, e questo ti spaventa!

la signora in rosso ha detto...

Non deprimerti stai insegnando la frase fondamentale nella vita di ognuno di noi: Dov'è il gatto?

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Quoto il suggerimento di Amatamari :-)))

AD Blues ha detto...

Consolati, pensa che per molti di loro probabilmente quelle saranno le uniche parole in Inglese che impareranno mai...

---Alex

fabio r. ha detto...

@ornella: prego! è un piacere..
@giulia: 'zzo ridi? è un dramma!
@amatamari: quello sarà il prossimo passo!
@palbi: assolutamente accidentale!
@Moky: nobody..
@modesty: sìsì.. li adoro proprio!
@BC: sempre nanetti sono!
@signorainrosso: già, io i miei li cerco un apio di volte al giorno!
@daniele: sarà fatto!
@adblues: mi sa proprio di sì!

Lara ha detto...

Anch'io sto ridendo, ma insieme rimpiango di non avere avuto io un insegnante come te, forse ora saprei qualcosa in più.
Ciao,
Lara