Non lasciarti sfuggire alcun pensiero, tieni il tuo taccuino come le autorità tengono il registro dei forestieri. (Walter Benjamin)

giovedì 28 gennaio 2010

Di Rockstar, pulizie casalinghe e bibliografie.

Un paio di riflessioni veloci, stimolate da cose che ho visto ed ho fatto in una giornata della Merla:

Rockstar: qualche tempo fa lessi una bella tesi socio-politica (ma, mannaggia all'arteriosclerosi, non ricordo più dove!) attorno al fenomeno Berlusconi nel periodo post "attentato": secondo il giornalista sarebbe inutile valutare le azioni di Mr. B con un metro politico. La sua vita, la sua politica, tutto il pubblico ed il privato (che indubbiamente di intrecciano) sono un riflesso della sua natura da Rockstar. Lui non cerca il consenso, i voti, ma l'amore incondizionato, l'appoggio acritico, e proprio come una star (non a caso il mensile Rolling Stones lo ha proclamato Rockstar del 2009) e quindi resta deluso, affranto, incredulo quando qualcuno lo critica. La critica, le idee divergenti sono un attacco personale, non un diritto: d'altronde chi se la sentirebbe di criticare Mick Jagger? oppure i Beatles?
Nell'articolo si evidenziava anche come in nessun altro paese occidentale sarebbe plausibile avere fan clubs, o addirittura la scelta di un motivo musicale ad personam (meno male che Silvio c'è) quale inno di partito ! Beh, oggi ho visto compiersi il cammino verso la beatificazione interra, verso l'agiografia totale, nei cui confronti persino le statue di Kim il Sung sembrano tremare: finalmente è reperibile in tutte le migliori edicole l'imperdibile libro Noi amiamo Silvio !
E' tristemente vero ! Non scherzo! Ho avuto l'impulso di comprarlo (ma 9,990 € non glieli dò!) per regalarlo ad un mio zio partigiano che vive nell'intento di sopravvivere a Mr. B, così, per scherzo, ma poi ho rinunciato..... Il cerchio è completo. Ora rimpiango Andreotti.....



Pulizie casalinghe: travolto dallo shock, misto a depressione, mi sono apprestato a pulire le mie librerie, e non è stata impresa da poco, considerando - inoltre - che la stramaledetta polvere tra qualche giorno sarà di nuovo lì. Non so se capita anche a voi, ma ogni volta che metto mano allo straccio ed al pronto mobili mi sento sconfitto in partenza, mi vedo come Sisifo con la pietra, mentre quella bastarda già ride, ed allora vorrei morire sprofondando nella polvere piuttosto che dargliela vinta! eppure capita. Spostando e ri-allocando i volumi mi rendo conto di quanti siano: un'enormità! Creo spazi, immagino nuove geometrie, progetto il vuoto tridimensionale, ma alla fine, quando mi appresto a rimetterli sugli scaffali, lo spazio è sempre di meno! Ho azzardato un piccolo conto, diciamo più a spanna che reale: a tutt'oggi nelle librerie distribuite nella mia piccola casa, dovrei aver dato asilo politico a circa 800 libri..... ed il numero continua a crescere! Però...però c'è pure qualche piccola soddisfazione: tra uno starnuto ed un'imprecazione mi ritrovo a sfogliare libri che no toccavo da anni, ed in mezzo ad un volumone con tutte le opere di Kafka, ritrovo una foto di un antico amore, e per un momento persino la polvere sembra fare un sorriso....



Bibliografie: dopo aver scoperto - ed essermi iscritto - ad Anobii (di cui parlai qualche tempo fa) oggi, spinto dalla sistemazione reale in libreria, ho iniziato a creare la mia libreria virtuale, ma anche questa sembra un'impresa ciclopica. Ma come si fa a ricordarsi tutti i libri letti? In meno di un'ora sono arrivato a quasi 200, e solo guardandomi intorno! Confido nei giorni di pioggia per completare tranquillamente la lista, eppure già da questo primo vagito bibliografico, mi rendo conto che anche leggendo i libri di qualcuno si può scoprire qualcosa dell'anima, della propria e degli altri, ed è una bella scoperta.

6 commenti:

Camu ha detto...

Sul Silviastro non ho più parole;è peggio dell'araba fenice ce lo porteremo dietro per millenni!!!!
Sui libri,come ti capisco; i criteri di riodino li ho provati tutti: per autore, in ordine alfabetico, in sequenza cromatica di copertina e tutte le volte resto insoddisfatta per il poco spazio a disposizione e sconfitta dalla polvere.

modesty ha detto...

altri, prima di lui volevano regnare per almeno 1000 anni....poi dopo appena 12 in cui però sono riusciti a combinare cose inaudite e inimmaginabili sono finiti male.

tutto relativo?!

:( mod in lutto (salinger!)

Bastian Cuntrari ha detto...

Tra qualche mese cambierò casa e - mi son detta - finalmente riuscirò a sistemare i libri in modo razionale, per poterli, all'occorrenza, trovare al volo.
Ho già impostato 897 fogli Excel diversi, senza essere ancora soddisfatta: credo che trasferirò tutto così com'è. Polvere compresa.

Ornella ha detto...

Berlusca è un vero e proprio incubo, una tragedia senza fine ormai; il dover risistemare i libri possiamo definirlo un fastidio, non così spiacevole in fin dei conti....specialmente se ritrovare una foto di una ex ci riporta alla mente bei momenti , perchè per fortuna, dopo tanto tempo, nella nostra memoria restano solo quelli.

Suysan ha detto...

Quando prendo in mano la pezzetta e il Mangiapolvere(consiglio da casalinga più disperata di te, è meglio del Pronto) io divento frenetica...comincio da una cosa e non finisco più....

Il posto per i libri è una nota dolente, pensa che devo ancora trovare posto a due pareti intere di libri che sono a casa di mia madre...per fortuna che siamo 4 figli e che ce li divideremo adeguatamente!

fabio r. ha detto...

@camu: io ogni tanto cambio ordine e disposizione, per titolo, autore, lingua, persino colore... ma niente! si ribellano!
@mod: 100 anni?? cmq questo il baffetto austriaco l'ha già doppiato!
@BC: mi raccomando la polvere: ci tiene a venirti dietro!
@ornella: già... piccole gioie nascoste tra le pagine :-)
@suysan; io invece ho l'onore e l'onere di tutti i lobri di casa, sembro Firmino!