Non lasciarti sfuggire alcun pensiero, tieni il tuo taccuino come le autorità tengono il registro dei forestieri. (Walter Benjamin)

martedì 2 febbraio 2010

Italiagermaniaquattroatre

Il rapporto italo - tedesco è da sempre segnato da un atteggiamento "schizofrenico", da entrambe le parti a dire il vero.
La storia è lunga, e se non vogliamo tornare ai tempi del rapporto tra Varo (e le sue legioni) con Arminio, basti pensare all'amore per l'arte rinascimentale, per il marmo (come diceva Goethe) dell'artista tedesco classico - romantico, oppure ai clichès triti e ritriti che sono nati di qua e di là delle Alpi..
Diversi ponti tra le due culture sono stati spesso minati e fatti crollare, e dopo le due guerre mondiali, periodi di insofferenza reciproca (assolutamente comprensibile) si sono alternati a ravvicinamenti in ambito sociale e politico.
Il Goethe Insitut da sempre è in prima linea per la diffusione della lingua e della cultura tedesca nel mondo, ed in Italia ha messo profonde radici da molti anni ormai. E' un ente che funziona, finanziato e coccolato dalla BRD ed ammirato da tutta l'Europa: insomma, una roba che noi italiani ce la sogniamo di notte e che fa impallidire il nostro povero Dante Alighieri, bistrattato ed economizzato!
Ora l'istituto ha lanciato in Italia una nuova campagna pubblicitaria, molto divertente, dall'esplicito titolo Va bene? dalle sue pagine web, e che vi invito calorosamente a visitare: un percorso tra giudizi e pregiudizi comuni, con interventi di scrittori, intellettuali, e vignettisti (questa parte molto divertente, malgrado i tedeschi non brillino per humor, ma provate per credere!) che si esercitano sul tema: confronto/incontro Italia - Germania.
Il "manifesto" ironico del programma prende di mira i pregiudizi ed i luoghi comuni di entrambi i popoli, ed è stato affidato al grande Bruno Bozzetto.
L'ho postato anche su facebook (sic! lo ammetto: cerco di far proseliti nel modo più abietto...) ma valeva la pena dedicare un post al tema, quindi eccolo qui:


17 commenti:

ziamaina ha detto...

Ho fatto lo sforzo, dai...
In compenso, quest'anno sono riuscita a scrivere finalmente il post di confronto tra Imbolc, Candlemas, Candelora e Groundhog Day.
Vantaggio della cassaintegrazione... :-|

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Divertente :-)))

Daniele Verzetti, Rockpoeta

giulia ha detto...

Ma che bello! Bozzetto è un grande!

modesty ha detto...

non sono d'accordo sulla mancanza di sense of humour dei tedeschi.

anzi, lancio la sfida, secondo me in un certo senso ne hanno più degli italiani.

essendo l'italiano medio geneticamente permaloso ma dotato di spiccato senso dell'ironia, trovo alle volte che il humour italiano sia una einbahnstrasse (senso unico), cioè io prendo per il culo te ma se tu lo fai con me, mi offendo.

diciamo che in germania lo humour è o intellettualissimo (ricordi "scheibenwischer" la satira politica mordente ed irriverente? o Loriot, il gransegneur del humour tedesco...papa ante portas mi fa morire ancora oggi) oppure terra-terra (Mario Barth che parla male dell'eterna fidanzata deficiente è divertente per un po', poi stufa in effetti)
oppure c'è la terza via che è rappresentata da Hape Kerkeling.

sul Goethe: ci ho lavorato. bel posto davvero.

love, mod

Ornella ha detto...

Semplicemente delizioso! Grazie di avermi dato l'opportunità di iniziare la giornata con un sorriso.
Speriamo che anche ai prossimi Mondiali l'Italia rifili un bel 4 a 3 alla Germania!:-D

fabio r. ha detto...

@mod: io sono d'accordo con te, ci mancherebbe: per uno svezzato a pane ed Heinrich Heine.... io poi mi godo anche Atze oppure Otto con i clichè ostfrieser! dico solo che il pregiudizio esiste nel mondo e nn solo in Europa....

maria rosaria ha detto...

grande bozzetto! mi è tornato in mente un suo video sugli italiani e l'europa.

amatamari© ha detto...

Eh eh grande Bozzetto!!!
:-)

Marco ha detto...

forte :-)
comunque secondo me tanti di quelli che secondo noi sono difetti gli stranieri ce li invidiano, tedeschi compresi; e la conferma definitiva l'ho avuta dopo aver sentito la canzoncina su Luca Toni :D

Elisen ha detto...

veramente bello...un pò di tempo fa ne ho visto uno che paragonava invece l'italia agli usa..molto divertenete ma non m ricordo dove, sorry.
comunque proprio in qst giorni in classe ho affrontato molto il tema della differenza culturale tra italiani e tedeschi e devo dire che i tedeschi riconoscono molti di qst stereotipi e amano veramente il nostro modo di fare nel bene e nel male.

fabio r. ha detto...

@tutti: carino, vero? consiglio anche il cartoon di Bozzetto L'italia e l'Europa (come dice maria rosaria), sempre sullo stesso tema dei pregiudizi!
@marco ed elisen: è vero. i pregiudizi poi diventano clichès ed a volte auto-macchiette di cui ridere, basta essere evoluti ed europei!

Suysan ha detto...

Ho mandato ilm link del video a mia nipote a Monaco che è italotedesca e ha riso egualmente dei difetti italiani e di quelli tedeschi...ottimo Bozzetto

dioniso ha detto...

Bello!

Ai tempi della disfatta tedesca ai mondiali lessi un articolo molto bello di Cotroneo sul rapporto italo-tedesco. Non so se l'hai letto pure tu. Non sono riuscito a ritrovarlo, ma ne copiai degli stralci sul mio blog qui:

http://dionisoo.blogspot.com/2006/08/considerazioni-cotronee-personalizzate.html

AndreA ha detto...

Di Bozzetto conoscevo l'altro video che avete menzionato (Italia-Europa).

Molto carino! :))

Bastian Cuntrari ha detto...

Splendida segnalazione, prof!
Con il video di Bozzetto ho riso davvero tanto... e ora vado a cercarmi l'altro. E, in ogni caso, mi trovo a quotare il commento di Marco.
Buon fine settimana.

stella ha detto...

Carino davvero.

Simo ha detto...

hihihihihi!Stupendo e troppo vero!