Non lasciarti sfuggire alcun pensiero, tieni il tuo taccuino come le autorità tengono il registro dei forestieri. (Walter Benjamin)

venerdì 10 settembre 2010

Anno nuovo e Social Network

Dopo aver degnamente festeggiato il mio ennesimo compleanno su questa terra, ovvero lavorando nel giorno, ma con Pizza finale per cena, ora mi appresto ad uscire, per iniziare una sorta di Nuovo Anno (un po' come il capodanno ebraico, che cade in questi giorni), che - come per tutti i bistrattati professionisti dell'educazione - non è il 1° Gennaio, ma coincide con l'inizio dell'anno scolastico.

Ieri ho passato la mattinata a girovagare tra uffici e segreterie per "prendere servizio" nella nuova scuola, l'ennesima, e tra un paio d'ore prima lezione, impatto a secco con la classe, catapultato come un masso tra i ragazzi, et voilà!

Anche quest'anno mi dividerò tra 2 scuole (fortunatamente di pari grado.. ovvero Licei) e già immagino la confusione in testa e nella borsa, nella mia cara agendina ed in auto, dove presumibilmente regnerà il caos di fogli e libri... business as usual.

Prime difficoltà: il parcheggio e gli incroci degli orari: per il secondo punto, sinceramente, mi affido alle segreterie, loro sanno - o per lo meno sospettano - che non avendo il dono dell'ubiquità, non potrò essere in 2 scuole differenti alla stessa ora, ergo dovrò fare il transumante in orari plausibili!
Il problema parcheggio invece mi tocca eccome: la ricerca di una zona (a pagamento, già lo so) comoda nelle vicinanze del nuovo Liceo inizia questa mattina, e spero in risultati accettabili...

Prima di tutto però mi dovrò procurare i nuovi libri, i registri ecc.. insomma mi attende una bella mattina burocratica!

Malgrado l'aria autunnale, gli impegni e le nuove strade (incerte e precarie come il sottoscritto) da intraprendere no posso però glissare su un pensiero che da qualche giorno si è insinuato in testa, o meglio nelle orecchie. Da una settima circa ho un nuovo amico musicale, un brano che mi perseguita, e che no riesco a far uscire dalla testa, come nella miglior tradizione dei "tormentoni", estivi e non.
Ma in questo caso il mio stalker musicale non è un tormentone qualsiasi, bensì la versione per coro di un vecchio barano dei Radioehead, Creep, che fa da colonna sonora al nuovo, atteso (almeno da me, curiosissimo) film che prende spunto da una biografia non autorizzata di Mark Zuckerberg, il creatore di Facebook.
Il film - dal titolo esplicativo The Social Network - uscirà in Italia ad Ottobre (questo il trailer da Youtube ), e si preannuncia come un blockbuster, oppure no, dipende dal caso ormai!

C'è da dire che il giovane miliardario ha rinnegato sia il libro che il film in questione, anche perché non sembra che ci faccia una bella figura, ma tant'è che questa "scomunica" forse non ha fatto che aumentare l'attesa del pubblico, che storicamente ci gode a vedere le decapitazioni dei re!

In definitiva: il film ho voglia di vederlo anch'io ormai (ma quanto sono facilmente plasmabile dalla pubblicità?) ma nel frattempo la musica mi è entrata in testa e non vuole uscirne.
E visto che non voglio impazzire da solo, ecco qui la canzone!


10 commenti:

digito ergo sum ha detto...

prof, come diceva battiato "per fortuna il mio razzismo non mi fa guardare..." ecco, il film lo ignoro (come merita, almeno secondo me), per contro la canzone è una ca__ta tremenda :-)

vabbeh, ti voglio bene lo stesso

anni fa, 30 e passa, quando ho cominciato a far correre le dita curiose sul pianoforte, mi fossero uscite una serie di facilerie musicali come queste, mi sarei arreso all'evidenza di non essere in grado

Elisa ha detto...

In bocca al lupo per il nuovo anno!

Non ero a conoscenza del film e mi sa proprio che se mi riesce me lo guardo! Ich bin so neugierig!!
Bis bald!

Fabrizio Cariani ha detto...

Qual e' la differenza far l'avere in testa la version corale o la versione originale?

Lo dico perché per me avere in testa una canzone significa avere una vocina mentale che me la canta -- vocina simile alla mia ma meno limitata :)

Ornella ha detto...

Lo so che sarebbe stato centomila volte meglio un incarico a tempo indeterminato, ma già l'avere un incarico annuale in due licei ( ti sei scansato le Elementari dello scorso anno!)fin dall'inizio dell'anno scolastico è un buon modo per festeggiare il tuo compleanno. Pertanto buon anno ( è vero, per noi insegnanti il Capodanno è il 1° settembre) e ad maiora!
P.S. La canzone è una lagna! :-)

... daisy... ha detto...

Questo film è proprio intrigante!!! :-)

Marco ha detto...

buona fortuna per il nuovo anno scolastico! io pure vorrei diventare insegnante, ma mi sa che dovrò aspettare ancora molti e molti anni :(

Suysan ha detto...

ieri hi letto il tuo post e sentito la canzone...ho pensato che non era nulla di che.. invece mi è rimasta in mente ed oggi sono ritornata per riascoltarla!

Buon inizio d'anno scolastico prof!

F ha detto...

Non la stavo neanche riconoscendo!

La parte più significativa è:
"What the hell am I doing here.."

fabio r. ha detto...

@digito: in effetti l'idea di "tormentone" che ti si insinua in testa no corrisponde automaticamente a canzone bellissima. il problema è che rimane lì anche quando ti svegli!
su Zuckerberg (montagna di zucchero..) glisso perché l'aria da collione ce l'ha ancora, anche con i miliardi!
@elisa: crepi il lupo! beh, curioso sono curioso anch'io..
@fabrizio: il mio inconscio invece è esigente in fatto di musica: io immagino tutte le note e le variazioni, un po' come Mozart ma senza il genio... :-)
@ornella: speriamo bene, cmq ancora sono transumante tra 2 scuole..!
@daisy: d'accordo!
@marco: le previsioni sono foschissime.. io inizio a rinunciare! :-(
@suysan: ahahahah! vedi? che di dicevo?
@F: già, me lo chiedo spesso anch'io, un po' come Chatwin!

Moky ha detto...

Cavoli, qui da noi e' finito gia' il primo trimestre... e voi iniziate!!
Il film mi intriga, anche perche' Sorkin ha scritto dell'ottimo materiale con "The West Wing"...

Aspettero' che esca il cd... come al solito...