Non lasciarti sfuggire alcun pensiero, tieni il tuo taccuino come le autorità tengono il registro dei forestieri. (Walter Benjamin)

giovedì 17 marzo 2011

Qui ha dormito Garibaldi

In piazza, la piazza grande, la vecchia Piazza del Lago (Platea Laci) medievale, ma da quel momento per tutti, e per la topografia narnese: Piazza Garibaldi.

Ogni città, ogni palazzo, casa privata, osteria o taverna in Italia può vantare almeno un luogo dove l'eroe dei 2 mondi ha sicuramente riposato le sue stanche terga lungo il viaggio alla conquista del regno d'Italia.
A volte sembra che Garibaldi abbia dormito più a lungo di quanto abbia cavalcato, alla testa dei mille (e qui non posso non pensare allo straordinario ultimo garibaldino di Verdone, che ne ridimensionava il numero..) ed ogni sosta si sia protratta un po' più a lungo del dovuto.. ma tant'è!

Anche da noi, nel bel mezzo dell'ex Stato Pontificio, nella piccola città ghibellina di un tempo (comunista/di sinistra poi..) il popolo ha festeggiato, con tanto di pargoletti cantanti l'inno, banda del paese, corone alla memoria dei martiri contro il fascismo (che non guasta mai qui..), bandiere pre- e post unitarie e persino l'emulo di Garibaldi a cavallo! Per la gioia dei bimbi e degli adulti, un po' eroe risorgimentale, un po' Bufalo Bill a dire il vero, ma a noi basta.

Il Garibaldi accavallato


Il coro dei piccoli e gli orgogliosi genitori fotografanti.


Bandiere di un tempo, sul presunto balcone garibaldino.

4 commenti:

Lara ha detto...

Verissimo, Garibaldi deve avere dormito tantissimo :) e in tutta Italia!!!
Ciao Fabio,
Lara

rom ha detto...

E' chiaro che ha dormito, è documentato. Anche sognato, quindi.

Lady Cocca ha detto...

Mi permetti un sorriso sul "Garibaldi accavallato"? :)

guglielmo ha detto...

Penso che solo Mazzini batte Garibaldi in posti dove ha dormito -:))) Una gara tra giganti -:)