Non lasciarti sfuggire alcun pensiero, tieni il tuo taccuino come le autorità tengono il registro dei forestieri. (Walter Benjamin)

lunedì 30 dicembre 2013

Finedanno

Il 2013 se ne va. Per fortuna.
Annus horribilis per me.  Oddio, non che i precedenti mi abbiano fatto scompisciare dal ridere, ma questo ha proprio esagerato.
Mi ha tolto voglia di "vivere", mi ha resto sterile (per il povero blog), mi ha portato via la mia dolce Madame, mi ha reso più povero, quasi alle soglie della disoccupazione (facendo il modello UNICO mi sembrava di giocare la schedina), ha peggiorato la vita pubblica e quella cittadina, mi ha quasi portato via mio padre, mi ha trasformato in un infermiere che si alza ogni santa mattina alle 6, va al lavoro alle 7, e si addormenta (anzi sviene)  ogni sera alle 21, confortato solo dalle fusa del gatto. E per finire  in gloria mi ha reso sordo grazie ad un'otite bestiale.
Non ci sento più, non so se sarò più in grado di sentire bene, sono imbottito di farmaci  e vivo di aerosol, insomma. un bel pacchetto...

Come sono sopravvissuto? Ho letto tantissimo (sono arrivato a 25 libri circa, libro più, libro meno), ho scritto tanto riguardo ai libri che ho letto, mi sono occupato dei miei gatti e di quelli ospiti (la voce più imponente delle mie spese è proprio: cibo per animali), ho cercato di interferire il meno possibile con la storia esterna, mi sono ripromesso di diventare apolitico, anzi "inpolitico" nel senso Manniano (a volte ci riesco, a volte no), ho seguito molte serie TV.  Sono uscito pochissimo.

Quindi, 2013 VAFFANCULO! Non ti rimpiangerò...

Auguri a tutti, sopravvivete.



PS questo Blog il 26 dicembre 2013  ha ufficialmente compiuto 6 anni (27.12.2007). Ora va alle elementari.

6 commenti:

CeciliaChristine ha detto...

Pure il mio è stato così cosà, soprattutto stancante e a volte triste ... Ora colpo di spugna e si ricomincia!

Nou ha detto...

Ciao, sono nuova da queste parti! Mi è sembrato di leggere quello che anch'io avrei voluto scrivere, se ne avessi avuto la determinazione. Spero tanto in un rigenerante colpo di spugna.

Grazia ha detto...

Spero che il vento cambi e che l'anno vecchio si porti via con se tutte le tristezze. Il 2014 è un anno pari: nasce già meglio!!

Bastian Cuntrari ha detto...

Annus horribilis anche per me, Prof...
Malanni nuovi (sigh!) che aumentano i medicinali nel casseto del comodino e vecchi acciacchi - che ritenevi superati - che ti fanno dire: "No! Di nuovo?".
Ma tant'è, ho il vizio di vedere il bicchiere mezzo pieno, e quindi VAFFANCULO 2013 E BENVENUTO 2014, purché si comporti bene...

Auguri, Fabio.

Cinzia ha detto...

Condivido totalmente per quanto concerne il 2013. E mi associo all'esclamazione finale.

Saluti
Cinzia

F ha detto...

Solo oggi torno sul tuo blog e scopro che le cose non sono andate, o non stanno andando granche' bene. Mi spiace.Ti auguro una buona seconda meta' dell'anno.