Non lasciarti sfuggire alcun pensiero, tieni il tuo taccuino come le autorità tengono il registro dei forestieri. (Walter Benjamin)

venerdì 26 giugno 2009

Prole? No grazie!

E poi dicono: ma vuoi mettere come sono carini i bambini piccoli, quei piccoli furfantelli ecc ecc...

E poi Mi dicono: ma tu che hai deciso di non sposarti cosa fai? Ci rinunci? Ma è innaturale!

Ed io che rispondo: ma li avete mai visti quei polimorfi dispettosi FUORI delle vostre mura domestiche? io sì!

Io li osservo nei loro habitat abituali, tra banchi, penne e cellulari...mi basta grazie.

E poi se scappano? E poi se li devi cercare in giro? E poi se sai che hanno il motorino e ci girano di notte?
E dove vanno?
E con chi sono?

No, non lo sopporterei...sono disperatemente ansioso, ansiogeno adirittura (cioè la mia ansia mette in ansia gli altri, e non è bello...); pensate che il mio amato Felix è stato fuori per 20 ore filate dalle 17.00 di ieri alle 15.00 di oggi, ed io - dopo aver setacciato vicoli, cantine, cespugli, case private come un novello Indiana Jones - ero già in crisi respiratoria, stavo per chiamare il 118 (o il 115 non ricordo mai, non so se verranno con l'ambulanza o col carro attrezzi..) quando FINALMENTE è riapparso!

Affamato, un po' spaventato, ancora un po' scombussolato ma sano.

IO che mi faccio venire emicarania e tachicardia per il gatto di casa! IO figli???

NO, GRAZIE.

(nella foto: il fuggitivo. Non è dietro le sbarre eh!)

15 commenti:

Bastian Cuntrari ha detto...

Quando abbiamo comunicato a dei cugini del mio (attuale) marito che avevamo deciso di sposarci, dopo baci-abbracci ci dicono: "Che bello! Così ora (avevamo convissuto per 4 anni, ndr) potrete avere dei figli!"
Come te, abbiamo replicato: "NO, GRAZIE!!".
"E cosa vi sposate a fare, allora??", ci hanno domandato...
Viviamo - egoisticamente - benissimo in due con Camilla, che sembra la sorella maggiore del tuo Felix: basta e avanza, vero Fabio?

Lucien ha detto...

Appunto, egoisticamente. Senza polemica: le scelte personali non si discutono e ognuno è giusto che faccia ciò che sente.
Meglio un non-genitore che certi isterici o iperprotettivi con cui ho a che fare.
Anch'io ero ansioso, poi quando mio figlio era piccolo e non dormiva mi chiedevo: - Chi me l'ha fatto fare?
Quel tipo di ansia col tempo si attenua. Ho vissuto momenti indimenticabili.
Ora abbiamo un "quasi" adulto in casa con cui discutere ed interagire e allo stesso tempo siamo liberi. Ci siamo pentiti di non averne fatto almeno un altro.
Stiamo diventando un paese di vecchi, in tutti i settori.

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Ripeterò qui quello che ho già scritto in altri commenti: fare figli è un destino, non farli è la scelta. Capisco che chiunque possa avere adeguate motivazioni, ma mi piacerebbe che rifletteste che rinunciate a qualcosa a cui naturalmente siamo predisposti.
Se poi, soffrite di specifiche psicopatologie... :-D
(scherzo, eh :) )

Suysan ha detto...

Anche io sono molto ansiosa ...non si contano le notti in bianco, le tachicardie, i patemi d'animo che ho vissuto, (emozioni che devi anche tenere nascoste per non trasmetterle al figliolo) ma sono talmente tante le emozioni belle che alla fine la bilancia pende sulla gioia di averlo avuto!

P.S. anche col cane sono così!

María ha detto...

Per me avere dei figli è una gran responsabilità, così grande che ho paura di solo immaginarmi come madre. Sono un po egoista e non mi piace pensare che può un'altra persona che dipende di me. No, no. Oggi non posso immaginarlo.
Come te vedo l'altro mondo dei bambini e dei ragazzi, il mondo dove i genitori non sanno sempre quello che fanno sui figli (e si lo vedono non dicono niente perché è più facile cosi).

Un bacio.

Ps: Il piccolo fuggitivo ha uno sguardo di felicità.

modesty ha detto...

...allora....io "celo" - il figlio. bellissimo, oramai 17enne, alto più di 1.90, muscoloso come solo gli adolescenti sono, snello e con un ottimo gusto per le letture e la musica.
bene, ieri mattina (mattina! erano le 11.30) si sveglia e appare come un messia pieno di sonno in sala dove ho la mia scrivania.
"Mamma, ma che cazzo, io HO FAME, dove è la mia colazione?"
e allora quando durante il parto mi davo dell'idiota da sola, non sbagliavo!---penso smarrita.
:-) (dopo 5 minuti si è croggiolato accanto a me sul divano in tutta la sua lunghezza e guardandomi come un coccodrillo innamorato mi fa "mamma, oggi cucino io, che cosa vuoi mangiare?)
per farsi perdonare, no?

che vi devo dire....mod haunted!

rom ha detto...

Se anche quelli come te arrivano a queste conclusioni, c'è poco da fare, per il proletariato non ci sono più speranze.
:-)

Dagmar ha detto...

Concordo al 1000%. Ci sono persone che sono fatti per procreare, e altri no. Mia sorella ha 4 bellissimi bambini, li adora, è una madre fantastica, protettiva al punto giusto ma non troppo ansiosa. E paziente. A me viene l'attacco di panico quando il gatto tossisce, figuriamoci. Mai e poi mai, e comunque, le notti insonni li faccio per lavoro, per amore, per divertimento.. l'egoismo sano e ormai irrevertibile dentro di me mi fa sorridere quando gli amici e parenti esausti per cura di figli mi continuano a sussurrare quanto mi perdo, come non so quant'e' bello, che meraviglia, ecc ecc. Per alcuni (come mia sorella) ci credo volentieri, per altri so che parla solo l'invidia, che loro se solo sapevano cosa li aspettava, col cavolo che li facevano, i bambini. Senso del dovere, orologio biologico, fato, quello che si vuole, bhe, a me basta far la zia quando serve (tipo, lezioni di latino, portarli alle partite di calcio, portarli un fine settimana a Londra.. ), sono stronza cosi, che ci devo fa' ;)

la signora in rosso ha detto...

fare figli si fa presto, farli bene, intelligenti e di sinistra è un'impresa....io per fortuna ci sono riuscita!!!!

ziamaina ha detto...

Anch'io mi preoccupo per le mie gatte e soffro (e m'incazzo!) quando vedo e sento di chi maltratta gli animali: ma non mi sento nè migliore, nè inferiore a chi ha fatto scelte diverse da me e mi guarda, invece, come fossi una povera malata, solo perché ho il coraggio di difendere le mie idee, anziché sottostare a stupidi pseudorituali obbligatori che questa società, priva di veri valori, cerca di imporre per ritrovare una sorta di codice etico, del tutto inesistente.
Ho scelto di non avere figli e di non sposarmi; non mi sono mai sentita madre, neanche da "giovane" ed ora che ho 41 anni, che vado in psicoterapia da quasi un anno e che il mondo mi fa sempre più schifo (tranne qualche caso isolatissimo) sono fiera di aver coerentemente difeso la mia scelta.
Mi è costato moltissimo eppure non ho perso proprio nulla: tranne il tempo speso a cercare di spiegare ad altri, dando loro il beneficio d'una comprensione invece mancante, le motivazioni della mia scelta.
Quindi, caro Fabio, hai tutta la mia comprensione...

fabio r. ha detto...

@tutti: vorrei precisare che le mie parole (ammantate come solito da un sano sarcasmo...) altro non sono che uno sfogo subitaneo, per lo più dovuto alla preoccupazione per l'insolita fuga del cocco di casa...
Lungi da me OGNI critica a chi fa scelte diverse, più serie e consapevoli, ci mancherebbe altro!
diciamo che dopo anni di abitudine alla solitudine uno ci fa il callo, ed allora il cinismo (nel mio caso) diventa un'arma di difesa. Del futur non v'è certezza, questo è limpido, nemmeno io posso fare vaticini sul mio di futuro, però posso dire che al momento sono orientato all'astinenza filiale. tutto qui.
Il resto è solo sarcasmo, e poi se altri avessero preso decisioni simili a quella a cui sono avviato nemmeno IO esisterei, nè sarei qui, sabato sera, mentre fuori diluvia, a battere i tasti del pc con madame ai piedi...
Buona domenica a tutti amici.

stella ha detto...

Sono ansiosa anch'io...!

giraffa.c ha detto...

Ho un cane e due gatti, mi viene l'ansia quando hanno i reumatismi, il mal di pancia e pure quando sono poco pimpanti (perchè sarà così? Cosa avrà mangiato? Cosa avrà bevuto? Adesso chiamo il veterinario..e così via..). Non ho figli, non so se ne avrò ma, nel caso, poveri loro, l'ansia è contagiosa e limitante, anche se, con un po' di impegno, si può "gestire". Ciao

hampidampi ha detto...

Caro Fabius
Come sei dolce! Mi hai fatto sorridere. La pensavo pure io così fino a pochi mesi fa, ora evidentemente si sarà rotto qualcosa dentro il mio orologio biologico, facendomi amare tutti (e dico tutti) quei dolci esserini piccolini e rosa. Ufff!
Bacio

Moky ha detto...

non preoccuparti: ci ho pensato io a crescere e moltiplicare, anche per te!!!
E hai ragione: se sapessi i malditesta/cuore/stomaco che eviti!! :)

Anyway, never say never...