Non lasciarti sfuggire alcun pensiero, tieni il tuo taccuino come le autorità tengono il registro dei forestieri. (Walter Benjamin)

giovedì 8 settembre 2016

Wasted on the way

Oggi mi guardo indietro e non vedo più la strada nel bosco. Pensavo di aver fato come diceva Frost, ho preso "il sentiero meno battuto" perché volevo fare la differenza, ma poi lungo il sentiero ho incontrato altra gente, tutti sicuri di essere diversi, di seguire la propria strada, unica, come tutti loro. Come tutti noi.

Qualcuno si è fermato, ha imboccato un altro sentiero, ha incontrato altre persone, è stato invitato nel gruppo e si è accasato. Altri sono diventati ricchi, borghesi arrivati, circondati dai loro cari, hanno messo su famiglia e si sono adattati.

Ed è bene così.

Io non mi sono fermato. Ho proseguito, ed il mio gruppo è diventato sempre più esiguo, ed alla fine, superata la metà di un cammino che sembra non portare dal nessuna parte, voltandomi, non ho visto più nessuno.

E così mi vengono in mente le parole di vecchi amici, più esperti di me, che queste cose le cantavano 20 anni fa:

Oh, when you were young
Did you question all the answers
Did you envy all the dancers who had all the nerve
Look around you now
You must go for what you wanted
Look at all my friends who did and got what they deserved
So much time to make up everywhere you turn
Time we have wasted on the way

Oggi finisce il secondo terzo della mia vita. Ne resta solo un altro, o forse meno, ed ancora cerco le cose che ho perduto lungo il cammino.



1 commento:

Cecilia Costantini ha detto...

Io direi che sono nel mezzo del cammin, forse essendo vegana un po' di più, ma ecco, mi rispecchio molto in questo post ...