Non lasciarti sfuggire alcun pensiero, tieni il tuo taccuino come le autorità tengono il registro dei forestieri. (Walter Benjamin)

lunedì 3 agosto 2009

E il tormento(ne) dell'estate è.......

Dopo le ultime vicissitudini politiche italiche, preso dallo sconforto e conscio di dover passare ancora qualche giorno tra le mura prima di cercare un po' di fresco in Europa, approfitto di questi rari momenti di fancazzismo assoluto per porre a me stesso (ed a voi mes amis...) una domanda fondamentale, che nemmeno Studio Aperto c'è arrivato:
Qual'è stato il tormentone dell'estate della mia vita??
E 'sti cazzi - diranno i miei piccoli amici - ma no, dai, non pensate male: la cosa interessa tutti, è un dramma trasversale, cribbio! Ogni estate ci propinano sondaggi, ci inondano di videoclip, ci assillano dalla TV con le solite domande per sapere quale musichetta caratterizzerà la nostra estate. Ed allora mi sono detto: e chi sono io per non pormi questa domanda inutile? Voglio anch'io scendere nell'abisso della futilità! Echecazzo!
La mia vetusta età allora mi riporta alla mente tantissimi motivetti estivi (lo stesso accadrà a voi, ne sono stra-sicuro) che in un modo o nell'altro hanno caratterizzato, o semplicemente accompagnato, le mie estati giovanili e post puberali...
Tra i tanti brani da spiaggia, non posso non citare i Righeira 1 e 2 (Vamos a la Playa e L'estate sta finendo), Luna di Gianni Togni, Sunshine Reggae, Peter Tosh con Don't look back Tropicana del Gruppo Italiano (wow! che flash! nemeno la ricordavo..), La Lambada, poi - più anni '90 - gli Aqua con Barbie Girl, i Bran van 3000, Drinking in L.A. (quanto mi piaceva, e quanto mi piace ancora..), per arrivare alla Vasca di Alex Britti o Hedonism...
Insomma, una mareggiata di kitch, musica dozzinale e pop...ma ogni singolo brano è collegato ad un viso (spesso ad una cotta estiva..), un luogo, una serata ecc...
Ordinary life, insomma, come per tutti.
Ma dopo tutto questo rimuginare nel passato (remoto) ho scelto - a fatica - UNA canzone che ancora oggi posso ben considerare IL mio personale TORMENTONE ESTIVO, forse di tutte le estati, non a caso l'autore è un membro degli Eagles, il gruppo musicale che carattrizza da sempre il mio onirico musicale: Don Henley. The boys of Summer..
Ed il vostro tormentone, qual'è?


12 commenti:

Lucien ha detto...

E l'oscena "People from Ibiza" di Sandy Marton?
Era l'estate del 1984.

stella ha detto...

Quanti ricordi anch'io...!

musicista di strada ha detto...

di tamarrate con mille ricordi ne aggiungerei...
visto che però anche tu hai scelto una più raffinata io propongo questa... era contenuta in una cassetta compagna di una vacanza con amici indimenticabile ad amsterdam.

http://www.youtube.com/watch?v=_14RBLa5DUw

dioniso ha detto...

I Righeira (L'estate sta finendo) è stata la prima canzone che mi è venuta in mente.

E poi questa:

http://www.youtube.com/watch?v=GhT-ayu9O6k&feature=related

Saluti!

ziamaina ha detto...

Ehm... conscia del fatto che mi renderò antipatica (ma chissenefrega, visto il tono insolitamente "parolacciato" del post), due, anzi, tre precisazioni:
a) "Qual è" si scrive SENZA apostrofo!
Oppure l'hai scritto intenzionalmente errato per sottolineare l'ignoranza dei 'giornalisti' di Studio Aperto? Se tu non fossi un insegnante, non porrei l'accento su di un tale errore, ma nel tuo caso non posso proprio evitarlo!
b) come puoi avvicinare, nello stesso paragrafo, un capolavoro come Hedonism degli indimenticabili Skunk Anansie a, come le definisce uno dei commentatori che mi precedono, 'tamarrate' assolute quali le canzonette dei Righeira, la cacofonia inascoltabile degli Aqua, l'insopportabile nenia di Sunshine Reggae e - qualcuno mi tenga! - ALEX BRITTI???
c) 'Boys of summer' è una delle canzoni da me salvate dal secolo scorso e portate con orgoglio nel presente; se ti piacciono (rectius: piacevano) gli Eagles, credo sia profondamente ingiusto considerare 'tormentone' una canzone tanto intensa ed emozionante, di cui recentemente qualcuno, che merita l'anonimato, ha osato fare un'improponibile cover :-S
E comunque, già che ci siamo, visto che di tormenti (non solo estivi) me ne intendo, la prima che mi viene in mente, negli anni 90, è "What is love" di Haddaway (ho dovuto cercarlo in Google, tanto è famoso :-P), seguita da "All that she wants" degli Ace of Base; negli anni '80, in mezzo a moltissime canzone degne di nota, devo, ahimè, anch'io citare i Righeira quali monumenti assoluti della tamarrata estiva, al pari dell'anguriata ed i gavettoni di ferragosto.
Dal 2000 in poi, invece, non ricordo alcun tormentone estivo in particolare.
Forse perché, dopo tutto, invece che ricordare, ad un certo punto ho imparato a rimuovere: almeno quello che non serve più ;-)

ziamaina ha detto...

@Musicista di strada: The Cure ed Amsterdam: troppo scontato dire che dev'essere stata una vacanza... stupefacente? ;-)
Te la invidio parecchio :-D
Ottima scelta, splendida canzone.

amatamari© ha detto...

Giuni Russo, "Un'estate al mare" 1982...
:-)

Suysan ha detto...

Io essendo un pò datata ho un tormentone che non sò se sarà conosciuto ai più....Stefano Rosso con "Una storia disonesta"..dimmi che almeno tu la conosci!!!!!!

fabio r. ha detto...

@Lucien: già.. e chi se la dimentica? :-D
@stella: lo so, lo so..
@musicistadistrada: beh, non male!!
@Dioniso: i Righeira über alles!! l'altra è troppo chic!
@Ziamaina: sull'apostrofo hai ragione tu, anche se grammaticalmente molti scrittori lo usavano (cito: "la disputa se si debba scrivere qual'è o qual è non è risolta né dalle grammatiche, né tanto meno dalla letteratura. Sono per l'apostrofo, fra gli altri, Federigo Tozzi, Mario Tobino, Tommaso Landolfi, Paolo Monelli, Bonaventura Tecchi. Non apostrofano invece Vasco Pratolini, Giuseppe Berto, Alberto Moravia, Goffredo Parise..")
b) ma il bello dell'unione estate-canzoni è proprio quello! ci può essere di tutto dal trash-kitch a Mozart (tra l'altro lego una splendida estate a Salisburgo alla sinfonia Praga!)
c) io sono un Eaglesiano 100%. li adoro da sempre, li ho visti dal vivo 2 volte.:!!
All that she wants, vero!
@amatamari: è vero!! anche quella!!
@Suysan: certo! poi Stefano Rosso è sempre stato una mia passione, gli ho pure dedicato un post sul blog! ma non lo collegavo all'estate

AndreA ha detto...

Aggiungerei alla già citata "People From Ibiza" anche "Kalimba De Luna"
di Tony Esposito (1984). :)


A presto!

P.S.Grande prof! ;)

stella ha detto...

Qual è , "qual" è indeclinabile.
Lo leggo apostrofato ovunque, ma a me non piace.

Yuki ha detto...

Bellissima The Boys Of Summer!!! L'avevo inserita pure in una delle mie puntate radiodeliranti... Ottimi gusti! Anche a me piace tantissimo Drinking in L.A.!