Non lasciarti sfuggire alcun pensiero, tieni il tuo taccuino come le autorità tengono il registro dei forestieri. (Walter Benjamin)

sabato 5 aprile 2008

Frammenti di una mitologia del moderno (2) Hotel California

Hotel California

Su un'autostrada buia e deserta, mentre il vento freddo passa tra i capelli, c’è un odore caldo di colitas nell'aria. In lontananza c’era una luce scintillante, la mia testa s'era fatta pesante e la mia vista sempre più debole, allora decisi di fermarmi lì per la notte. Là lei stava ritta sulla soglia, e sentì il campanello. Allora pensai tra me e me: “Questo potrebbe essere il paradiso ma anche l'inferno” …

Poi lei accese una candela e mi mostrò la strada, e c'erano voci nel corridoio, credo che dicessero...”Benvenuto all'Hotel California, proprio un bel posticino con tante, tante stanze , e le puoi trovare in qualsiasi stagione.

La sua testa pensa solo a Tiffany, ha una Mercedes Benz, certo ha avuto molti ragazzi carini, che lei però chiama solo “amici”, ed ora guardali, come danzano nel cortile, con un dolce sudore estivo. Alcuni ballano per ricordare, altri ballano per dimenticarla.

Così chiamai il Capo, e dissi: 'Per favore, mi porti il vino che ho ordinato alla ragazza” ma lui disse sorpreso: “ è dal 1969 che non abbiamo più quel tipo di vino!” E ancora quelle voci che chiamavano in lontananza, ti svegliavi nel mezzo della notte e continuavi a sentire:

Benvenuto all'Hotel California, proprio un bel posticino ! ci si gode la vita qui all'Hotel California, Che bella sorpresa eh? e se ti serve ti procurano addirittura un alibi”.

Specchi sul soffitto, champagne rosa con ghiaccio, e lei abbracciandomi mi disse "Sai, qui siamo tutti prigionieri, ma solo per nostra volontà! E nelle stanze del padrone, molti si sono radunati solo per fare una festa, ma poi l'hanno pugnalato con i loro coltelli, però non sono riusciti ad uccidere la bestia!”L'ultima cosa che ricordo, mentre stavo cercando la porta, è che dovevo trovare un passaggio per tornare dov'ero prima. 'Rilassati' disse il guardiano di notte, 'qui siamo pronti ad accogliere tutti.

Certo, puoi lasciare la stanza e pagare quando vuoi, ma in realtà non potrai mai andare via veramente di qui!!”

6 commenti:

desaparecida ha detto...

scusami se nn leggo il tuo sendo post dìinterpretazione musicale...
mi si chiudono gli occhi!
ti abbraccio...
a domani
baciuzzi ai piccoli,vabbè uno è x te

NADIA ha detto...

hola anche gli Eagles......siamo nel ciclo American on tha road.....
sono curiosa di sapere quale sarà il numero 3 buona domenica!!!!!

fabio r. ha detto...

per la numero 3 aspetterei un po'.. ma qualcosa ho in mente!
grazie per la visita.

60gandalf ha detto...

mi erano sfuggiti questi 2 post "frammenti di mitologia" rivisitati... ha un che di "shining" questo hotel!

rudyguevara ha detto...

stupenda questa canzone degli eagles!quando avevo 13/14 anni mi flashavo ascoltandoli x ore!mi dà sempre fortissime sensazioni!

Moky ha detto...

... il racconto della vita di moltissime star di Hollywood, a partire da Marilyn Monroe fino a Britney Spears o Lindsay Lohan oggi... they checked in but they can never leave...