Non lasciarti sfuggire alcun pensiero, tieni il tuo taccuino come le autorità tengono il registro dei forestieri. (Walter Benjamin)

mercoledì 30 aprile 2008

Tra Demoni e Rose

Visto e considerato che se mi affaccio alla finestra del mondo (e dell'Italia, ahimè) ciò che vedo poco mi garba, sapete cosa fò ?

Da vil poeta me ne sto nel Medioevo, che assai più mi sollazza e mi delizia, e continuo a sognare di potermi ritrovare in un tempo che non c'è (le isole le hanno già tutte prenotate..).


Vi lascio una doppia traccia poetica per una doppia giornata.


Domani è Maggio, il mese di fiori e delle Calende, ma prima di Maggio "ha da passà a nuttata!" e che notte!

Stanotte infatti è Walpurgisnacht, la Notte delle Streghe!!


Attenti agli spifferi allora!! Accendete una candela, se potete, basta un piccolo fuoco, alla finestra e così segnerete loro la strada mentre volano verso il Brocken, o verso Benevento, a sud, e così le terrete lontane dalle vostre case!







Di maggio
Di maggio sì vi do molti cavagli
e tutti quanti siano affrenatori,
portanti tutti, dritti corritori;
pettorali, testere de sonagli,
bandère con coverte a molti 'ntagli
di zendadi e di tutti li colori;
le targhe a modo degli armeggiatori;
viuole, rose, fior, ch'ogn'om abbagli;
e rompere e fiaccar bigordi e lance,
e piover da finestre e da balconi
en giù ghirlande, e 'n su melerance;
e pulzellette gioveni e garzoni
baciarsi ne la bocca e ne le guance:
d'amor e di goder vi si ragioni


(Folgore da San Gimignano)







Faust
Come strano riluce, pei dirupi,
un fumido bagliore di rutilante aurora
e guizza lampeggiando
sino alle gole in fondo
dei piú remoti abissi!
Qui, sale sciolto in nebbie,
là si stempra in caligini cimmerie;
qui, balza ardendo in vampe
da torbidi velari di foschia;
avanza lento là,
siccome un tenue rivo
ora zampilla come una sorgente…
E guarda: adesso un mareggiar di fuoco,
dalle radici al vertice,
incendia la montagna tutta quanta.


(J.W. Goethe)

8 commenti:

anice stellato ha detto...

Son di fretta... al volo ho notato che ti sei ricordato della nostra notte... bravo... passerò solo lambendo la tua finestra e non eseguirò sortilegi... Scappo, sono in ritardo!

Inenarrabile ha detto...

Che bel post... non sei un "vil poeta" se te ne stai nel medioevo, vile è chi vorrebbe starci e non ne trova il coraggio, ciao Fabio r.

:)

Mat ha detto...

e ti dirò...FAI BENE!

se vuoi ogni tanto ti mando qualche news sugli ultimi avvenimenti...costo del gasolio, aumento dei tassi, mancanza di lavoro...

María ha detto...

Caro amico Folgore, lo abbiamo letto un tempo fa in classe. Il 200 ha belle poesie.


Un bacio amico.

dioniso ha detto...

Qui la Walpurgisnacht la festeggiano soprattutto i giovinastri che si caricano di birre e alcolici vari (e anche altro immagino) e se ne vanno a piedi in cima alla Heiligenberg (al Thingstätte immagino), fanno dei fuochi, pernottano lì e non so che facciano di preciso, anche se posso immaginarlo.

Ieri sera non mi ricordavo della festa. Me l'hanno ricordata le orde di adolescenti che popolavano il supermercato il cui pavimento si era trasformato un un acquitrino appiccicoso di birra ed alcolici vari.

fabio r. ha detto...

la notte è passata indenne nel borgo.
Qualche strega forse si è fermata in taverna (daje e daje sempre a tarallucci e vino finisce...) ed in piazza c'era pure un gruppo splendido che faceva spettacoli con fuochi artificiali (gli ATMO http://www.atmo.it/) e quindi il tutto era meravigliosamente a in tema..
@Dioniso: l'alcol accompagna comunque ogni performance dei ragazzi purtroppo...

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

La notte delle streghe brr,,,,,, sei in un paradiso da te, noi invece respiriamo l'aria degli inferi.

Beato te....

Ciao Fabio :-)))
Daniele

AndreA ha detto...

Con questi post ci fai stare come dentro la macchina del tempo....grazie per i viaggi nel MedioEvo... ;-)

Buona giornata!! :-)