Non lasciarti sfuggire alcun pensiero, tieni il tuo taccuino come le autorità tengono il registro dei forestieri. (Walter Benjamin)

lunedì 19 gennaio 2009

Perchè noi no...?

Dal Corriere della sera:

L'insediamento di Barack Obama, evento mediatico che esalta lo spirito americano
Martedì alle 12 giura come 44esimo presidente posando la mano sulla Bibbia di Lincoln sorretta dalla moglie.


Ho visto parte della diretta in TV. Sul palco Bruce Springsteen (il mio Boss), Beyonce, Bono, Stevie Wonder....

This Land is your land (del grandissimo Woodie Guthrie) con Pete Seger alla fine mi ha pure commosso un po'...





..ed allora pensavo: e da noi?

Mi imagino Apicella col coro "e forza itaaaliaaa, è tempo di creseeereeee..."



e mi è venuto un po' da piangere...

24 commenti:

María ha detto...

Sempre si hanno fatto questi eventi?
Anch'io l'ho visto e mi sembra pubblicità.


Un becio.

Elisen ha detto...

che tristezza...ma tu non concentrarti su simili brutti pensieri!che' fanno male allo spirito :)

Suysan ha detto...

Fosse solo per il cavaliere che canta con Apicella....c'è molto altro per cui piangere!!!

Bastian Cuntrari ha detto...

Fabio,
vacci piano con Bruce "il tuo boss"!! Sapessi per quante di noi è ancora "il mio boss"..., sottoscritta compresa!

Lucien ha detto...

Più che piangere, verrebbe voglia di mettere mano al tritolo!

Camu ha detto...

Lascia perdere..guarda e passa!!!altrimenti veramente ci sarebbe da piangere moltissimo per le figuracce che potremmo fare in Italia!!!!

Aliza ha detto...

immagino tu sappia ma te lo dico lo stesso...non sei solo...a piangere!!
e questo non ti consola, lo capisco.
Ciao

la signora in rosso ha detto...

Speriamo che questa bella pagina di storia contagi un pò anche noi

XPX ha detto...

Forza Barack: sulle tue spalle una pesantissima speranza ...

Emigrante ha detto...

Si c'e' da piangere Fabio.
Concordo.

NADIA ha detto...

hola c'è da piangere disperatamente altro che "i have a dream" il berlusca ha speso più parole per KAKA che per il conflitto nel medio oriente, mandiamolo alla sacra der carciofo!!
un besito!!!

stellavale ha detto...

Credo lo abbiano pensato in molti!

AndreA ha detto...

Ecco, Suysan mi ha anticipato, penso la stessa identica cosa!! ;-)

Un abbraccio! :-)

serenella ha detto...

Decisamente simpatico questo post!

Marlene ha detto...

ci sarà una certa differenza fra l'avere 40 anni e averne 70. e il lifting al cervello ancora non l'anno inventato.

fabio r. ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
fabio r. ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Che jam session Berlusconi ed Apicella sic...

Angel ha detto...

Gia', Fabio, perche' noi no??
Perche' noi non abbiamo piu' politici ma macchiette di cui vergognarci?


ps
il tuo gatto e' troppppppppo belllooooo!!!!!!!!

Antonello Falchi ha detto...

Mi viene da piangere quando si osanna Obama ancor prima che abbia realizzato qualcosa...mi viene da piangere quando un evento politico viene trasformato in un evento esclusivamente mediatico...mi viene da piangere quando un presidente viene presentato come una rockstar da delle rockstar.

cometa ha detto...

Beh, al peggio non c'è fine!
Pensate a B16 & the PapaBoyz!

http://www.donzauker.it/wp-content/uploads/2009/01/aaronne.jpg

SunOfYork ha detto...

ognuno ha quel che si merita.
mi chiedo cosa abbiamo fatto di male noi per meritarci questo

sun

Moky ha detto...

Ogni volta che un presidente americano si insedia alla Casa Bianca, c'e' l'inaugurazione, spettacoli, concerti... non solo per Obama! Ma questa volta, la differenza e' multi-strato, per chi si chiede il perche', allora forse non ha seguito le vicende americane e mondiali degli ultimi cento anni!
Il discorso di Obama, di circa 20 minuti, ha avuto uno spessore che pochissime persone, presidenti o meno, sarebbero stati in grado di comunicare.
Non sono d'accordo sulla definizione "evento mediatico", (anche se i media sono stati utilizzati, per ovvie ragoni), se per evento mediatico si intende una facciata senza sostanza. E capisco perche' Obama venga definito una "rock star", nel senso che attrae folle enormi... ma non con i connotati negativi che alcune persone danno a questo termine... se non fossi stata a 2500 miglia di distanza, e non odiassi il freddo e il gelo per ore, sarei stata onorata di far parte di quella folla. Meglio che far parte della folla degli stadi di calcio, ad esempio, a urlare insulti e vedere 22 cojones rincorrere un pallone... but that's just me!!

fabio r. ha detto...

ringrazio tutti per gli interventi e quoto assolutamente le parole di moky. d'altronde e' la mia saggia amica Usa non a caso...
2 precisazioni: il Boss e' MIO da sempre!!! sono stato svezzato con la sua musica. ok?? sono possessivo con la musica :-D
poi ringrazio angel da parte del miciotto che ora mi sta appiccicato e sembra orgoglioso del complimento!!