Non lasciarti sfuggire alcun pensiero, tieni il tuo taccuino come le autorità tengono il registro dei forestieri. (Walter Benjamin)

martedì 13 aprile 2010

Non leggete Travaglio !

Sì, lo urlo e lo ripeto e non sono impazzito!

Se volete vivere una vita tranquilla,
se volete bearvi nelle amnesie storiche e continuare a godervi il presente,
se desiderate crogiolarvi allegramente nell'ignoranza dei problemi,
se non ve ne frega niente dei documenti alla base della storia,
se il giornale di ieri per voi è già buono per la gabbietta del canarino (figuriamoci poi quello di tre anni fa),
se non volete avere attacchi di mal di fegato ed emicranie,
se non volete andare in giro guardando tutti come marziani, chiedendovi:
"ma come fanno a non porsi domande?"
insomma, se volete continuare a vivere nella beata accettazione dell'oblio...

..NON LEGGETE TRAVAGLIO, SOPRATTUTTO IL SUO LIBRO "AD PERSONAM" ! !

Io purtroppo lo sto facendo e non è bello....

12 commenti:

ziamaina ha detto...

Ti rivelo un segreto: detesto Travaglio e lo ritengo un povero represso che sfoga sugli uomini più potenti di lui la sua inutile ira.
Ma se qualcuno vuole ritenerlo un genio, anzi, un martire, faccia pure.
L'Italia non sarà il miglior paese del mondo: ma contrariamente a ciò che molti pensano, chiunque può dire ancora quel cavolo che pensa.
Anche Travaglio, ahimè.

amatamari© ha detto...

Va bene: io risparmio e in cambio tu ci posti qualche paginetta al giorno...
:-)

Marco ha detto...

non credo che lo leggerò. I suoi libri ormai sono uno la copia carbone degli altri. Una volta lo ritenevo un genio, poi la mia autostima è cresciuta.

Ornella ha detto...

Dopo l'ennesima disfatta della sinistra alle ultime elezioni, proprio per puro spirito di conservazione sto cercando di limitare al minimo le notizie che riguardano la situazione politica del nostro Paese. Quindi il tuo consiglio lo sto già attuando, altrimente l'angoscia finirebbe col travolgermi. E non pensare che io sia cattiva o cinica se ti dico che ho condiviso pienamente il contenuto della vignetta satirica di Staino a proposito della tragedia dell'aereo presidenziale polacco. Pensa a che punto di esasperazione e di frustrazione sono giunta!

maria rosaria ha detto...

va bene... lo leggerò!

fabio r. ha detto...

@ziamaina: contrariamente a te (o altri) io non lo considero nè un genio, nè un martire/represso. Lo leggo con piacere solo perchè dimostra di avere memoria, una cosa di cui oggi in Italia si sente assolutamente la mancanza. Travaglio è un collezionista di notizie (un po' come Luttazzi..) e tutte le notizie che oggi vengono smentite, rivoltate, negate, sono ancora lì, nei giornali (che nessuno legge più) e nelle carte processuali, oppure nei libri. C'è tutto. e se questo "vizio della memoria" (che non guarda in faccia nessuno, te lo garantisco, basta leggere le sue cose, non sentirlo in TV, la TV ha la memoria altrettanto corta..) è un difetto, beh io sono difettosissimo!
@amatamari: no no! per carità! dovessi svegliare i dormienti!
@marco: vedi sopra.. :-)
@ornella: io invece ormai ho preso il vizio di incazzarmi, e non riesco a smettere!

Baol ha detto...

Ho letto "l'odore dei soldi" da allora non sono più lo stesso...

Mafaldanellarete ha detto...

oramai è tardi, ci sono dentro fino al collo....vado in giro come un marziano e mi chiedo...ma come fanno a essere tutti così tranquilli??!!!
(la risposta è dentro di me
soltanto che è
SBAGLIATAA)

Lesandro ha detto...

io ormai un fegato non ce l'ho più. Me lo sono mangiato a piccoli morsi negli ultimi sedici anni. E senza neanche il conforto di un bicchiere di chianti o di un piatto di fave.

La poeta ha detto...

a quanto pare molti non hanno capito questo post.
Comunque... ormai ho un' ulcera perforata, per cui...

... daisy... ha detto...

Travaglio mi piace molto e capisco come ti senti. Io faccio lo struzzo ultimamente ma non perchè non mi interessi, ma perchè accrescerebbe il periodino mica male che sto passando... ;-)

fabio r. ha detto...

più lo leggo e più vecchie ferite tornano a far male. per fortuna lo alterno a Chatwin ed alla Germanistica!