Non lasciarti sfuggire alcun pensiero, tieni il tuo taccuino come le autorità tengono il registro dei forestieri. (Walter Benjamin)

martedì 27 ottobre 2009

Pont du Carrousel 1907

PONT DU CARROUSEL

Il cieco che sta lì, sopra quel ponte,

come un termine grigio di regni senza nome

è forse la cosa, sempre uguale

attorno a cui da lungi si muove l’ora fatale,

ed il silenzioso centro delle stelle,

poiché tutto attorno a lui si volge, e gronda, e brilla.


Egli è l’immobile giusto,

in cui sfociano le vie confuse:

degli inferi l’oscura entrata

per le genti che in superficie stanno.

(R.M.Rilke)

PONT DU CARROUSEL

Der blinde Mann, der auf der Brücke steht,
grau wie ein Markstein namenloser Reiche,
er ist vielleicht das Ding, das immer gleiche,
um das von fern die Sternenstunde geht,
und der Gestirne stiller Mittelpunkt.
Denn alles um ihn irrt und rinnt und prunkt.

Er ist der unbewegliche Gerechte
in viele wirre Wege hingestellt;
der dunkle Eingang in die Unterwelt
bei einem oberflächlichen Geschlechte.

Traduzione a cura di fabio ronci

6 commenti:

maria rosaria ha detto...

più ricca di allegorie di così!

la foto da bambino, guardandola bene, ricorda il te attuale :)
bacio

Moky ha detto...

La prima cosa che mi e' venuta in mente, leggendo la poesia, sono state le parole di "The fool on the hill"...
La mia "cultura" rivolve ancora e sempre attorno ai Beatles... wink wink....

amatamari© ha detto...

Wunderbar!

Ishtar ha detto...

E ora giungo sulla scia di una cara sorellina Yuki, e dal tuo commento sulla nostra puntata a radio prisma che volevo passare...in effetti io ho lottato fino all'ultimo perchè preferisco libertango in versione originale di Piazzolla...come cito in questo post:
http://ilpiaceredelcreare.blogspot.com/2009/09/la-prima-volta-teatro.html

E il luogo citato nei versi che raccolgono accolgono i superficiali spero sia vasto perchè di superficialità è pieno il mondo!
Un saluto

modesty ha detto...

rilke ist die heilung aller melancholischer sehnsucht.

love, mod

fabio r. ha detto...

@mariarosaria: urca! non a caso è il simbolista perfetto!
@Moky: ma siamo tutti un po' figli di quella cultura... e non è male!
@amatamari: sì, ma è facile... con Rilke!
@Ishtar: grazie del link e della visita. per la superficialità, non me ne parlare!
@modesty: hoffnungsvoll!